Imbrattabit

Se ti hanno mai domandato "chi vince?" e hai avuto difficoltà a rispondere, allora questo blog fa per te.

Sixth World: carrozzeria Shadowrun, motore Apocalypse World

Sul sito RPG.net Chris Clouser e Tanner Yea hanno annunciato il rilascio di Sixth World un hack (adattamento di un regolamento ad una diversa ambientazione) di Dungeon World* per il setting di Shadowrun.
Parliamo di un prodotto gratuito ed amatoriale (lo stesso autore ha dei dubbi sulla legittimità dell’operazione) che a mio avviso rappresenta un esempio molto interessante di cosa può succedere quando si scorpora un’ambientazione dal suo regolamento nativo.
Nello specifico ci troviamo davanti alla fusione di un gdr storico di basato su meccaniche tradizionali con uno dei sistemi indie più apprezzati. Quale potrà essere il risultato? Sarà più divertente, più veloce, più leggero, più cinematografico?
In una frase, il sistema conta?
Per rispondere a questa annosa domanda si sono riempite pagine e pagine di discussioni nei tribunali ruolistici più ortodossi.
Dal momento che i vari sistemi hanno proseliti e detrattori, direi che questi contano abbastanza da far parlare gli appassionati, perciò un certo penso lo hanno sicuramente. Il problema è semmai determinare quale sia questo peso ed ora lo si potrà verificare con nuovi actual play, forse più adatti a questo scopo di quelli ricavabili da Dungeon World (che a mio avviso si ispira solo a D&D ma non ne ricalca gli intenti).

Da una prima occhiata e dai feedback entusiastici che l’idea ha generato sul forum, sembra che il lavoro sia molto ben fatto e l’ondata di suggerimenti dei giocatori che hanno prontamente fatto da playtester, ha già originato una versione revised e addirittura un compendio.
Il feeling di Shadowrun, quello della quarta edizione (al momento privato della parte sui tecnomanti), mi sembra mantenuto perfettamente. Mosse evocative chiamate, ad esempio, “fuck it up/make it rain”, “stay frosty ” e “go shopping” rendono bene l’idea dell’ambientazione cinica e accelerata di un mondo d’ispirazione cyberpunk.

Le 80 pagine del manuale contengono (estratto dal sito dell’autore):

– Regole per giocare i 5 classici metaumani e suggerimenti per creare razze ancora più strane.
– 10 Archetipi che permettono la multiclasse, mantenendo così lo spirito “classless” dello Shadowrun originale.
– Equipaggiamenti, magie, spiriti, veicoli, impianti cibernetici e regole sulla creazione e personalizzazione degli oggetti, compresi gli incantesimi.
– Un elenco di minacce, dai piedipiatti della Lone Star alle contromisure elettroniche ai Draghi.
– Regole per mettere in scena bassifondi (sprawl!) ed aree selvagge.
– Regole semplici e veloci per agevolare la narrazione a dispetto delle meccaniche.
– Regole per i “lavori sporchi” che fanno la differenza quando si passa all’azione.
– Regole per l’hacking wireless e le ricerche astrali.
– Regole opzionali per la Blood Magic gli Otaku ed i Gea.

Considerando che le meccaniche di Shadowrun sono tra le più apprezzate dei sistemi tradizionali ma soffrono di una certa lentezza e che quelle di Dungeon World sono molto immediate ma si basano su concetti lontani dall’ambientazione di SR (ad esempio l’idea che ogni PG rappresenti l’espressione assoluta della rispettiva classe, tanto da non ammetterne due uguali in un gruppo), sarà molto interessante vedere quali saranno gli effetti di questo esperimento sul tavolo da gioco.

*cito Apocalypse World nel titolo perchè l’autore di sixth World dice nel forum che, in effetti, le regole sono più simili a AW che a DW.

Advertisements

2 commenti su “Sixth World: carrozzeria Shadowrun, motore Apocalypse World

  1. Gromril
    14 agosto 2013

    Grazie dell’info: anche se ho preso la 5^ di shadowrun, il sistema di DW risulta molto più immediato da presentare per una sessione veloce, anche se mi sarei aspettato un hack da AW piuttosto che da DW…. ma tant’è!

    • Imbrattabit
      14 agosto 2013

      Si anche l’autore ha ammesso di aver iniziato l’hack da DW ma si è poi reso conto che sarebbe stato meglio prenderlo da AW. Tra le varie versioni del lavoro si vede come via via l’appoccio si sia sempre più avvicinato ad AW, anche grazie alle segnalazioni sul forum. Alla fine l’ultima versione prende un po’ da entrambi.
      La 5ed è comunque un bel manualone che fa la sua bella figura.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13 agosto 2013 da in Italiano, Notizie con tag , , , , .
middlequest

Se lo puoi raccontare, esiste.

Chris B. Ware's Blog

my voice experiments ...

The GreyWorld Blog

Gaming with Savages

Novanta minuti - A roleplaying game by Matteo Turini

A roleplaying game about the relationship between a father and a son, and what could be their last chance to meet.

Come Non Detto

il blog di Leo Ortolani, che ci teneva tanto, bisogna capirlo

Tapirullanza

Una vetrina di narrativa curiosa

Fortezza Nascosta

Guerre, botte e narrativa

Ferro e Fuoco

Metodo, tecnica, fantasia.

Il Sociopatico

The whole premise is silly, and it's very badly written.

Cronache Spadiane

idee che nascono e viaggiano. che vibrano e volteggiano, come spade a bersaglio entrano.

Universi GdR

Costellazioni, piani, pianeti, continenti, paesaggi e città fantastiche...

amo il web, non ricambiato

Aneddoti e piccoli incidenti del mondo digitale italiano.

Kata Kumbas

Giochi di ruolo bellissimi

Solace of Savagery

RPG's and Other Waking Dreams

Games & Business

Where business became fun

solospelunking

A chronicle of my solo rpg endeavours

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: