Imbrattabit

Se ti hanno mai domandato "chi vince?" e hai avuto difficoltà a rispondere, allora questo blog fa per te.

ENnie Award 2013: considerazioni e vincitori

Sarà colpa del caldo o dei troppi caffè ma la scorsa notte mi sono ritrovato a seguire la premiazione degli “Annual Gen Con EN World RPG Awards 2013“, o più semplicemente “ENnies“, in streaming su Internet, insieme ad altri 600 utenti dal sonno leggero o dal fuso orario più amichevole. La cerimonia, abbastanza informale (forse l’host non era troppo carismatico), è andata avanti speditamente tra battute e ringraziamenti e ha riservato delle graditissime sorprese.

Da bambino pensavo che da grande avrei sparato in testa alla gente per denaro. La cosa avrebbe influito negativamente sulle mie relazioni sociali perciò ripiegai su Shadowrun.
(estratto di un acceptance speech)

Gli ENnies, che si tengono ogni anno al Gen Con di Indianapolis (un bel posto per farci un fiera…), costituiscono, a mio avviso, il massimo riconoscimento del settore ruolistico a livello internazionale e danno un’idea dell’influenza dei vari publisher sul mercato. I vincitori nelle numerose categorie, riportati sul sito ufficiale, li elenco in calce.

La prima considerazione, che non posso non prendere con la massima soddisfazione e con una punta di auto-compiacimento è l’assegnazione di ben 3 ENnie a Shadows of Esteren. Conoscendo bene il gioco ed avendo avuto modo di constatare l’estrema professionalità degli autori, la cosa non mi soprende ma la concorrenza vedeva in gioco grandi editori perciò l’esito non era affatto scontato. Sono molto contento per loro ed il fatto che siano outsider sulla scena statunitense mi fa apprezzare anche il lavoro dei giudici.

La seconda cosa che salta all’occhio, è la premiazione di Dungeon World come miglior regolamento. Vedere un gioco che molti considerano ancor indie (da oggi sarà più difficile) sul podio della massima manifestazione mondiale fa capire come le meccaniche, piano piano, si evolvono, sopratutto se indorate con lo zucchero dell’old school.

Di Iron Kingdoms e soprattutto Night’s Black Agents prima o poi volevo parlare, vederli citati così spesso nell’elenco mi fa pensare che meritino più di qualche post. Mentre Iron Kingdoms, gioco massiccio e voluminoso d’ispirazione steampunk, calca le scene da tempo, Night’s Black Agents (Leiber non c’entra, o quasi) rappresenta una interessante novità. Basato sul sistema GUMSHOE è un gioco investigativo (non potrebbe essere altrimenti viste le meccaniche) con elementi fortemente spionistici ed un tocco di mostruosità soprannaturale, che varrà la pena analizzare nel dettaglio.

Il resto dei premi se lo spartiscono piccole realtà talentuose (aspetto al varco la Modiphius) e grosse case editrici, tra le quali non poteva mancare la Paizo (il sorpasso di Pathfinder su D&D non è neanche più una notizia) che vince il premio per il prodotto dell’anno con un supplemento sui PNG. Si avete capito bene, il prodotto dell’anno è un manuale che riporta 320 pagine di schede di personaggi pre-generati.
Curioso.

L’elenco dei vincitori:

Best Adventure

Best Aid/Accessory

Best Art, Cover

Best Art, Interior

Best Blog

Best Cartography

Best Electronic Book

Best Family Game

Best Free Game

Best Free Product

Best Game

Best Miniature

Best Monster/Adversary

Best Podcast

Best Production Values

Best RPG Related Product

Best Rules

Best Setting

Best Software

Best Supplement

Best Website

Best Writing

Product of the Year

Judges’ Spotlight Winners

6 commenti su “ENnie Award 2013: considerazioni e vincitori

  1. Luca
    17 agosto 2013

    Vorrei fare delle considerazioni tecniche su questi ENNIE… Ma come al solito, partirebbe una raffica di polemiche, come succede sempre quando si commenta un premio, per cui mi riservo di fartele in privato se capiterà 🙂

    • Imbrattabit
      17 agosto 2013

      No problem, sono apertissimo alle polemiche. Non esiste un premio che non ne generi, specialmente quando la valutazione è controversa.

  2. Luca
    17 agosto 2013

    Oh, no, in questo caso sarebbero polemiche di “altro” tipo, non riguardanti direttamente il premio…
    Il premio, di per sé, è forse il più valido (direi “l’unico” valido, probabilmente) nel nostro mondo dei GDR.

    • Imbrattabit
      17 agosto 2013

      Beh, di certo hai messo a dura prova la mia curiosità…

  3. maurolongo
    21 agosto 2013

    Se non sbaglio gli ENnies sono basati solo sui voti del pubblico, di tutti quelli che partecipano al sondaggio. Non ci dovrebbe essere magheggi tra case editrici, al limite possono influire “gruppi corazzati” di votanti che votano tutti assieme, ma in generale è un voto trasparente e rispecchia assolutamente il favore degli utenti finali. O sbaglio e ci sono i giudici?

    • Imbrattabit
      21 agosto 2013

      I voti degli ENnie sono fan-based ma i giudici ci stanno (e sono votati anche loro di anno in anno). Se ho capito bene i giudici recensiscono i prodotti inviati e definiscono le nomination.
      Credo che il concorso sia abbastanza onesto, anche se è sponsorizzato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 agosto 2013 da in Italiano, Notizie con tag , , , , , , .
middlequest

Se lo puoi raccontare, esiste.

Chris B. Ware's Blog

my voice experiments ...

The GreyWorld Blog

Gaming with Savages

Novanta minuti - A roleplaying game by Matteo Turini

A roleplaying game about the relationship between a father and a son, and what could be their last chance to meet.

Come Non Detto

il blog di Leo Ortolani, che ci teneva tanto, bisogna capirlo

Tapirullanza

Una vetrina di narrativa curiosa

Fortezza Nascosta

Guerre, botte e narrativa

Ferro e Fuoco

Metodo, tecnica, fantasia.

Il Sociopatico

The whole premise is silly, and it's very badly written.

Cronache Spadiane

idee che nascono e viaggiano. che vibrano e volteggiano, come spade a bersaglio entrano.

Universi GdR

Costellazioni, piani, pianeti, continenti, paesaggi e città fantastiche...

amo il web, non ricambiato

Aneddoti e piccoli incidenti del mondo digitale italiano.

Kata Kumbas

Giochi di ruolo bellissimi

Solace of Savagery

RPG's and Other Waking Dreams

Games & Business

Where business became fun

solospelunking

A chronicle of my solo rpg endeavours

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: