Imbrattabit

Se ti hanno mai domandato "chi vince?" e hai avuto difficoltà a rispondere, allora questo blog fa per te.

Mazaki no Fantaji: disponibile il quick-start gratuito

La contaminazione della cultura orientale nelle produzioni occidentali sta diventando sempre più profonda e questo fenomeno si riflette anche nei giochi di ruolo. Kickstarter poi, ha agevolato questo processo.
Recentemente abbiamo visto lanciati sul noto sito di crowdfunding, GDR a tema orientale di grande interesse, primo su tutti l’ottimo Tenra Basho Zero, per il cui approfondimento rimando a questo articolo per il setting e a questo per le regole.

Da poco è stata lanciata una campagna per una nuova incarnazione dello spirito orientale, anche se fortemente condizionato da concetti occidentali o meglio, dal modo occidentale di vedere concetti orientali:  Mazaki no Fantaji.

Mazaki no Fantaji è un gioco di ruolo ralizzato dalla Anthropos Games, già autrice del gioco fantasy Early Dark lanciato anch’esso su Kickstarter tre anni fa. Questa nuova produzione trae ispirazione dagli Anime e dai JRPG, ovvero i videogiochi di ruolo giapponesi.

Nota di colore: in Giappone i giochi di ruolo da tavolo sono arrivati con un certo ritardo rispetto all’occidente, perciò un giapponese con l’acronimo RPG (“gioco di ruolo” in Inglese) intenderà principalmente un videogioco. Per i giochi da tavolo “carta e penna” si usa l’acronimo TRPG ovvero “Table-talk Role Playng Game”. Se volete approfondire, vi rimando a questi articoli.

Dicevamo, il gioco è ispirato a manga/anime e jrpg, costruiti su stereotipi che mescolano elementi occidentali alla cultura ed al modo di vedere orientale. La descrizione del gioco parla dei “tuoi anime e videogiochi preferiti” senza specificare quali essi siano ma, non solo a mio avviso, l’opera a cui sembra più affine, per setting e linea grafica è” Avatar: The Last Airbender“, che stranamente non è una produzione del Sol Levante e pur rappresentando concetti orientali, questi sembrano di stampo cinese più che giapponese… OK, non guardiamo il capello.

Su DriveThru sono già disponibili, gratuitamente, le quickstart rules.
Diamogli un’occhiata.

Mazaki no Fantaji

Mazaki no Fantaji

L’origina culturale mista ed apparentemente posticcia, si sviluppa in un’ambientazione incentrata sul continente di Nopo. Su questo vasto territorio convivono fortezze volanti, mostri soprannaturali, strane fusioni tra magia e carbone, sapienti razze animalesche ed imperi tecnologici fatti di ferro e vapore.

Dalla breve descrizione dell’ambientazione fatta nelle quickstart rules (24 pagine in totale) apprendiamo che esistono tre popolazioni differenti: I contadini EMISHI, dediti al mantenimento dell’equilibrio naurale, i minatori GUANXI organizzati in una rigida gerarchia tecnocratica ed i misteriosi ANDHURANS, aristocratici predoni dell’aria che vivono in enormi città-stato volanti.
A scombussolare la situazione politica, già tesa, si aggiunge la scoperta della “Giada” (jade) una tecnologia che può sovvertire i delicati equilibri del continente.

Il motore del gioco, chiamato Mazaki, si propone l’obiettivo, forse ambizioso, di essere tanto “follemente versatile” da poter soddisfare le esigenze di gruppi di gioco di qualunque orientamento, sia esso simulazionista, narrativista o gamista (affermazione pericolosa agli occhi dei teorici) e di poter essere declinato su qualunque modello di sessione, dall’azione all’intrigo.
Secondo gli autori, il motore è stato pensato per premiare l’iniziativa personale, la creatività, l’azione spregiudicata e l’ingegno dei giocatori.

I personaggi sono descritti attraverso canoni più che altro qualitativi, oltre i dettagli sociali (nome, nazionalità, classe sociale, ecc..) la scheda del personaggio è divisa in tre blocchi principali: gli “Aspetti” (facets), che rappresentano ciò che il personaggio è destinato a fare, i “Tratti” (traits), che rappresentano, attraverso una frase esemplificativa, ciò che il personaggio è realmente e l’Equipaggiamento (gear) che ha il compito di rendere le azioni più facili o difficili.
Un sistema di creazione dei personaggi, molto leggero e discorsivo, che assomiglia vagamente ai sistemi aperti tipo FATE o Cortex Plus.

Le meccaniche si basano sul concetto delle “quattro tessere” (tiles): Personaggi, Ostacoli, Temi e Condizioni.
I personaggi includono sia quelli giocanti (PG) che quelli non giocanti (PNG) di un certo rilievo. Gli ostacoli sono le difficoltà che si possono affrontare in gioco, sia di carattere fisico che morale, e concorrono ad alzare il rischio in gioco (i mostri generici sono considerati ostacoli). I Temi rappresentano le linee emotive che una determinata scena può assumere e permettono ai giocatori di evolvere i propri PG. Le Condizioni sono elementi scatenanti che si possono attivare in gioco in determinati momenti e sono utilizzati dai giocatori per indebolire gli avversari.

Giocatori e Storyteller (il Master) possono mettere delle tessere in gioco e quando lo fanno, il loro contenuto prende parte attiva nella storia.

Gli ostacoli hanno dei punti “drama” che ne identificano la pericolosità ed il compito dei personaggi/giocatori è di usare le Condizioni per ridurre il punteggio Drama a zero e scartare la tessera. Giocare un tema indica il tipo di approccio da dare alla scena o al singolo momento l’avvicendarsi di tessere tema può guidare la storia verso destinazioni diverse e impreviste.
Il giocatore che segue più efficacemente il tema in corso (in cooperazione tra i partecipanti) viene premiato.

Una sessione di gioco si sviluppa come successione di “turni”, che diversamente dal consueto, non hanno una precisa connotazione temporale. In un turno ogni giocatore può decidere se compiere un’azione o un attacco.
Un’azione è una qualsiasi attività che non comporta un rischio diretto, mentre un attacco è un movimento che ha lo scopo di danneggiare qualcosa o qualcuno. In entrambi i casi, gli eventi si risolvono con il lancio di un pool di d10, il cui numero esatto dipende da quanti tratti, aspetti, temi e altri fattori, il giocatore riesce a “inserire nella scena”.
Attraverso l’uso delle condizioni (ovvero assolvendole) si può variare ulteriormente il pool degli avversari limitandone la forza ed acquisendo i Drama token, una speciale moneta di scambio usata per gmetetre in gioco le varie tessere.
La cosa rende l’andamento del gioco abbastanza tattico, gran parte delle strategie di gioco infatti, vertono nell’acquisire Drama token da poter poi “scaricare” sui nemici principali.

Nel complesso le meccaniche mi hanno ricordato vagamente quelle del gioco indie “Cani Nella Vigna” (che non riesco ad apprezzare) anche se in questo caso c’è una componente strategica in più, dedicata alla gestione dei token e delle tessere.

La campagna su Kickstarter mira a finanziare la produzione delle copie fisiche del manuale (intorno alle 240-280 pagine), perciò è possibile che questo venga distribuito a prescindere dal successo dell’iniziativa.

Personalmente l’idea che mi sono fatto è che il gioco è molto curato, le meccaniche sono abbastanza interessanti ed il setting sufficientemente vario da destare curiosità. Nonostante la comprensione del regolamento potrebbe non essere immediata come affermano gli autori, il gioco potrebbe essere più semplice da giocare che da spiegare.
Mi lascia qualche dubbio la paventata possibilità di approcciare le sessioni secondo stili molto diversi ma sopratutto, non ho chiaramente identificato la dichiarata ispirazione ad Anime e JRPG… ma io e gli autori potremmo aver avuto infanzie differenti 🙂

una partita di Mazaki no fantaji in atto

una partita di Mazaki no fantaji in atto

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 28 agosto 2013 da in Italiano, Notizie con tag , , , , , .
middlequest

Se lo puoi raccontare, esiste.

Chris B. Ware's Blog

my voice experiments ...

The GreyWorld Blog

Gaming with Savages

Novanta minuti - A roleplaying game by Matteo Turini

A roleplaying game about the relationship between a father and a son, and what could be their last chance to meet.

Come Non Detto

il blog di Leo Ortolani, che ci teneva tanto, bisogna capirlo

Tapirullanza

Una vetrina di narrativa curiosa

Fortezza Nascosta

Guerre, botte e narrativa

Ferro e Fuoco

Metodo, tecnica, fantasia.

Il Sociopatico

The whole premise is silly, and it's very badly written.

Cronache Spadiane

idee che nascono e viaggiano. che vibrano e volteggiano, come spade a bersaglio entrano.

Universi GdR

Costellazioni, piani, pianeti, continenti, paesaggi e città fantastiche...

amo il web, non ricambiato

Aneddoti e piccoli incidenti del mondo digitale italiano.

Kata Kumbas

Giochi di ruolo bellissimi

Solace of Savagery

RPG's and Other Waking Dreams

Games & Business

Where business became fun

solospelunking

A chronicle of my solo rpg endeavours

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: